... E' una forma meno invalidante del disturbo bipolare ed è caratterizzata da periodi alternanti di depressione e di ipomania. Ci sono dei periodi di normalità in cui l'umore è stabile, che non durano però per più di due mesi.Il ciclotimico soffre l'alternarsi di periodi di iperattività, creatività e spirito di iniziativa, con periodi di apatia, lentezza di riflessi e difficoltà nella concentrazione.Nelle fasi di ipomania si intraprendono progetti anche grandiosi affrontati con entusiasmo per poi essere abbandonati appena sopraggiunge la fase depressiva. Tuttavia la ciclotomia non è mai così grave da compromettere la vita sociale e lavorativa dell'individuo.

mercoledì 18 giugno 2008

Profetici Pentagrammi: Uva Acerba

Riprendo dopo vari mesi la rubrica "Profetici Pentagrammi". In questo caso però minzionerò, ehm, volevo dire MENZIONERO' un testo intero e non lo commenterò.
Quella che segue è la mia canzone preferita di Carmen Consoli ormai da anni e voglio citarla per parole e musica. Purtroppo la musica non posso postarvela. Se vi piace il testo cercate di ascoltarla, perchè la partitura è meritevole. Infine un saluto a Carmen. Carmen ho ben specificato che la canzone è tua, ma se dovesse darti fastidio questa mia citazione, non avere timore nello scrivermi una email. L'indirizzo è qui accanto a destra. Rimuoverò sicuramente questo post se me lo chiedi.

L’inconveniente sopraggiunto,
la delusione,
l’insospettabile
fulmine a ciel sereno.

Le lunghe attese,
l’incombente trepidazione,
ma è vero che
grandi aspettative ingannano
e chi troppo abbraccia, nulla stringe.

L’inconveniente sopraggiunto
fu irreparabile,
ma è vero che
un forte sentire stordisce
e l’istinto soccombe alla ragione.

Non ci aspetteranno più
né Parigi, né Vienna,
le allegre passeggiate
in quella baia del Sud…
…troverai qualcun’altra a cui chiedere:
portami vicino al mare…
portami vicino al mare…
portami vicino al mare…

L’inconveniente sopraggiunto,
la delusione,
ma è vero che
per alcune volpi l’uva è acerba…

Non ci aspetteranno più
né Parigi, né Vienna,
le allegre passeggiate
in quella baia del Sud…
…e già sulla via del ritorno,
solerte, sussurravi:
portami vicino al mare…
portami vicino al mare…
portami vicino al mare…

portami vicino al mare…
portami vicino al mare…

vicino al mare…
vicino al mare…

1 commento: