... E' una forma meno invalidante del disturbo bipolare ed è caratterizzata da periodi alternanti di depressione e di ipomania. Ci sono dei periodi di normalità in cui l'umore è stabile, che non durano però per più di due mesi.Il ciclotimico soffre l'alternarsi di periodi di iperattività, creatività e spirito di iniziativa, con periodi di apatia, lentezza di riflessi e difficoltà nella concentrazione.Nelle fasi di ipomania si intraprendono progetti anche grandiosi affrontati con entusiasmo per poi essere abbandonati appena sopraggiunge la fase depressiva. Tuttavia la ciclotomia non è mai così grave da compromettere la vita sociale e lavorativa dell'individuo.

domenica 27 gennaio 2008

Non capire e non saperlo

Fino ad oggi ho sempre pensato che tutti i torti che ho subito fossero tali. Ho sempre pensato che tutti i bei momenti, poi disillusi, fossero solo delle fregature dettate più o meno dal caso.
In un attimo di lucidità, o di totale follia, invece sto pensando questo: e se invece fossero state delle occasioni deliberatamente offerte per darci un aiuto? Se l'altra persona avesse scelto per noi il male effettivamente migliore?

Certo, sotto sotto c'è sempre uno strato di egoismo, c'è sempre uno strato di opportunismo, ma io ho deciso di non rifiutare un aiuto a chi me lo chiede. E' una scelta. Libero arbitrio. In futuro potrei averne un tornaconto personale, adesso proverò a smontare dei ricordi, ad affrontarli. Rischiando moltissimo.

1 commento:

  1. Ok...ma perchè deve essere l'altra persona a scegliere per noi?

    RispondiElimina